Ultim'ora
Motori
Motori Volvo EX30: concepita per garantire l'impronta di carbonio più bassa di sempre

Volvo EX30: concepita per garantire l'impronta di carbonio più bassa di sempre

La Volvo EX30 è il nuovo SUV compatto e completamente elettrico di Volvo Cars, progettato per offrire la massima sicurezza e una riduzione significativa dell’impronta di carbonio. Con un’impronta di CO2 inferiore a qualsiasi altra Volvo mai realizzata, la EX30 rappresenta un notevole passo avanti verso l’obiettivo di riduzione delle emissioni di CO2 per vettura del 40% entro il 2025.

Grazie a un’attenta gestione delle emissioni durante l’intero ciclo di produzione e di vita della vettura, siamo riusciti a ridurre l’impronta di carbonio della Volvo EX30 a meno di 30 tonnellate su 200.000 km di guida. Questo rappresenta una riduzione del 25% rispetto ai nostri modelli C40 e XC40 completamente elettrici.

La caratteristica esclusivamente elettrica della Volvo EX30 significa che non produce emissioni allo scarico, contribuendo così a ridurre l’impronta di CO2 e migliorare la qualità dell’aria. Studi recenti, come quello condotto dall’Università della California meridionale, dimostrano che un aumento del numero di auto elettriche in circolazione ha un impatto positivo sulla salute respiratoria, riducendo ad esempio gli accessi al pronto soccorso per asma.

Tuttavia, l’elettrificazione da sola non è sufficiente per ridurre l’impronta di carbonio complessiva di un’automobile. La Volvo EX30 affronta questa sfida considerando l’intero processo di progettazione, sviluppo, produzione e trasporto dell’auto, alla ricerca di opportunità per ridurre ulteriormente le emissioni di gas serra.

Anders Kärrberg, responsabile globale della sostenibilità di Volvo Cars, ha sottolineato l’importanza della Volvo EX30 nel raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità dell’azienda. Attraverso una serie di iniziative, l’obiettivo di Volvo Cars è ridurre le emissioni complessive di CO2 per autovettura del 40% entro il 2025, con una diminuzione del 50% delle emissioni allo scarico e del 25% delle emissioni derivanti dalle attività operative, dall’approvvigionamento di materie prime e dalla catena di fornitura. L’obiettivo finale è rendere l’azienda climaticamente neutrale entro il 2040.

La riduzione dell’impronta di CO2 della Volvo EX30 è stata possibile grazie all’utilizzo di materiali riciclati e al ricorso a un design più compatto. L’impiego di meno alluminio e acciaio nella costruzione dell’auto, insieme all’aumento della quantità di materiali riciclati utilizzati, ha contribuito a ridurre l’impatto ambientale dei materiali stessi.

Gli interni della Volvo EX30 sono stati progettati seguendo il principio dell’ottimizzazione, cercando di unire più funzioni in un unico componente per ridurre il numero di parti necessarie senza compromettere in alcun modo la sicurezza.

News settimanali

Leggi anche

Motori Cupra Tavascan - Potenza pura