Ultim'ora
Motori
Motori Opel Vectra: 30 anni di ECOTEC-V6

Opel Vectra: 30 anni di ECOTEC-V6

Trenta anni fa, nel 1993, la prima generazione di Opel Vectra riceveva un moderno V6 di 2.500 cc. Questo si poneva al vertice della gamma di motorizzazioni a benzina di 1.600 cc, 1.800 cc, 2.000 cc e 1.700 turbodiesel che fino a quel momento equipaggiavano la berlina tedesca di classe media.

Inizialmente riservato a Opel Vectra, il motore ECOTEC-V6 (Economy Consumption Optimization Technology) tipo X 25 XE aveva 4 valvole per cilindro con una potenza massima di 170 CV (125 kW) a 6.000 giri/minuto. La coppia massima era di 23,1 kgm (227 Nm) a 4.200 giri/minuto e garantiva un consumo medio di benzina fra i più bassi della sua classe.

Anticonvenzionale: V6 ad angolo stretto

I progettisti, tecnici ed ingegneri collaborarono strettamente per realizzare il V6 in soli 4 anni dalla prima idea. Gli obiettivi sono stati raggiunti ricorrendo a diverse soluzioni che al tempo risultavano anticonvenzionali. Ad esempio, un’inclinazione delle bancate dei cilindri di 54° (invece dei tradizionali 60°) e valvole di scarico sistemate nella testata ad un angolo più stretto di quelle di aspirazione.

Queste ed altre caratteristiche resero il nuovo propulsore più leggero e più stretto dei tradizionali motori V6. Inoltre il nuovo Opel ECOTEC-V6 era uno dei più compatti motori di 2,5 litri esistenti. Le misure interne dei cilindri (alesaggio/corsa = 81,6 x 79,6 mm) avevano permesso ai progettisti Opel di ottimizzare consumo di carburante, coppia motrice e dolcezza di funzionamento. Il consumo di benzina e gli attriti erano ulteriormente ridotti da uno scambiatore di calore olio/acqua (sistemato fra le due bancate di cilindri) che riduceva il tempo necessario al lubrificante per raggiungere la temperatura ideale d’esercizio dopo una partenza a freddo.

Simulazioni computerizzate per i flussi di calore nel vano-motore

I nuovi programmi che simulavano al computer la distribuzione del calore nel vano motore avevano inoltre consentito di individuare le temperature operative ideali sotto il cofano. Tutto ciò prima ancora di effettuare un vero e proprio collaudo su strada.

La camera anecoica del Centro di Sviluppo Tecnico aveva ospitato circa 1.500 ore di prove acustiche. Un’analisi dettagliata delle informazioni raccolte aveva permesso ad Opel di ridurre già in fase di sviluppo di circa il 25% la rumorosità del nuovo motore.

News settimanali

Leggi anche

Motori Mercedes e-Sprinter - Il Van elettrico
Motori Kimera EVO38. Il mito si ripete

Kimera EVO38. Il mito si ripete

Motorcube 22 Febbraio 2024 | 19:30
Leggi articolo >
Motori Arriva una MINI Countryman tutta nuova
Motori Opel sempre più elettrica

Opel sempre più elettrica

Motorcube 22 Febbraio 2024 | 13:40
Leggi articolo >
Motori A Ginevra nascerà il nuovo brand IM