Ultim'ora
Motori
Motori Moto Guzzi V100 Mandello Aviazione Navale: anteprima mondiale sulla portaerei Cavour

Moto Guzzi V100 Mandello Aviazione Navale: anteprima mondiale sulla portaerei Cavour

(Adnkronos) - Moto Guzzi V100 Mandello Aviazione Navale è stata presentata in anteprima mondiale sul ponte della portaerei Cavour. Sarà prodotta in soli 1913 esemplari numerati, una moto dalla livrea unica ispirata ai caccia F-35B.

Un legame storico quello che lega la Moto Guzzi all’Aviazione Navale, il marchio dell’Aquila nasce nel 1921 ad opera di Carlo Guzzi e Giorgio Parodi, entrambi militanti nel Servizio Aeronautico della Regia Marina durante la Prima Guerra Mondiale.

Fu così che durante il conflitto Guzzi e Parodi insieme al pilota Giovanni Ravelli, decisero che a guerra finita, si sarebbero dedicati alla costruzione di motociclette. La scelta di utilizzare il simbolo dell’Aquila nasce per commemorare la scomparsa di Ravelli, vittima di un incidente nel 1919.

La scelta di realizzare un numero limitato di esemplari, rende omaggio all’anno di fondazione della componente aerea della Marina Militare, avvenuta nel 1913.

Una livrea che si ispira ai caccia F-35B in dotazione alla Marina, sul cupolino sono presenti le grafiche che ricalcano fedelmente il velivolo, immancabile la coccarda tricolore posta ai lati del serbatoio, così come lo stemma dell’Aviazione Navale e il logo del Gruppo Aerei Imbarcati.

Nella ricca dotazione di serie figurano le manopole riscaldabili, i riser manubrio con incisione al laser del numero di serie e il sensore di pressione pneumatici TPMS. Ogni esemplare sarà fornito di targhetta celebrativa e di un telo coprimoto dedicato.

Cuore della V100 Mandello è il suo motore bicilindrico con architettura a V trasversale di 90 gradi, capace di sprigionare una potenza di 115 cavalli per una coppia massima di 105 Nm, quest’ultima disponibile per l’82% già a partire da 3.500 giri al minuto.

È la componente aerea della Marina Militare, l’Aviazione Navale nasce per operare sul mare in stretto contatto con le unità navali. Fondata nel 1913, fu istituita quando venne ufficialmente costituito il Servizio Aeronautico della Regia Marina.

Coinvolta a partire dagli anni ’80 in tutte le maggiori operazioni internazionali, attualmente le forze aeree della Marina Militare fanno capo al CAMFORAER (acronimo di Comando delle Forze Aeree), il cui compito è quello di coordinare le attività di tutti i mezzi aerei della Marina, dalle operazioni di manutenzione alla gestione della logistica, fino all’addestramento del personale di volo e terra.

La portaerei Cavour è stata costruita da Fincantieri ed è entrata a far parte dei servizi della Marina Militare nel 2009. Lunga 244 metri, ha una pista di decollo di 220 metri ed è la nave ammiraglia della Marina.

Capace di trasportare fino a 1.200 persone, l’equipaggio fisso della nave è di 550 militari, la portaerei Cavour rappresenta uno dei maggiori investimenti tecnologici del sistema industria difesa nazionale.

Il suo ponte di volo si estende da prua a poppa, la pista di decollo è dotata anche di ski-jump, il “trampolino di lancio” che consente agli aerei di decollare con il massimo carico utile. L’hangar presente sulla portaerei è in grado di ospitare fino a 12 elicotteri o in alternativa fino a 8 aerei, presenti due elevatori da 30 tonnellate.

La portaerei Cavour è in grado di imbarcare ed operare con tutti i tipi di aeromobili in dotazione alla Marina Militare: elicotteri (AB 212, EH 101, NH 90), aerei AV-8B, nonché aerei di ultima generazione, come l’F-35B.

News settimanali

Leggi anche

Motori Nuova DS 3: nuovo design e tecnologia
Motori BMW Z4 2023: nuovi aggiornamenti

BMW Z4 2023: nuovi aggiornamenti

Adnkronos 29 Settembre 2022 | 10:57
Leggi Articolo >