Ultim'ora
Tecnologia
Tecnologia Smart road: la strada del futuro e verso il futuro

Smart road: la strada del futuro e verso il futuro

Il progresso verso la digitalizzazione delle strade migliorerà l'esperienza in macchina del guidatore, riducendo l’impatto ambientale e aumentando la sicurezza.

Gli enormi passi avanti nell’ambito dello sviluppo tecnologico e digitale hanno conseguenze su tutti gli aspetti della nostra vita quotidiana. L’introduzione delle nuove tecnologie ha coinvolto abitazioni, città e infrastrutture. Tra le ultime innovazioni, ancora in via di sviluppo e protagoniste probabilmente già dai prossimi anni, troviamo le Smart road, un sistema di miglioramento delle reti stradali in grado di soddisfare le esigenze di cittadini e ambiente

Che cosa sono le Smart road?

Smart home, Smart city e ora anche Smart Road. Ma di cosa si tratta? Le smart road sono strade o tratti di strada in cui la tecnologia viene applicata per una migliore gestione del flusso del traffico, cercando di diminuire l’inquinamento, le code, e rispondendo alle esigenze dei guidatori. Si tratta di reti stradali intelligenti, connesse tra di loro e con i veicoli, grazie a sistemi tecnologici integrati che interagiscono reciprocamente e con l’ambiente circostante

Grazie all’introduzione di tecnologie quali l’Internet of Things, l’Intelligenza Artificiale, la rete 5G e la sensoristica avanzata, guidatori, veicoli e centri per le emergenze avranno un accesso molto più rapido e immediato alle informazioni sul traffico e sugli incidenti, così come sul meteo. Verrà introdotta, infatti, la tecnologia di comunicazione Vehicle to Everything, un sistema integrato di scambio di informazioni di un veicolo con altri veicoli, con le infrastrutture, con gli altri utenti e con la rete cellulare.

I vantaggi delle Smart Road

Quando si parla di Smart road non ci si riferisce ad un’unica tecnologia, ma all’applicazione di diverse evoluzioni dell’informazione e della comunicazione che integrano connessione, big data, mobilità e sostenibilità.  Innovazioni in grado di migliorare la trasmissione delle informazioni, aumentando la sicurezza e la sostenibilità dei trasporti.

L’introduzione delle strade intelligenti, infatti, genera necessariamente dei benefici a livello di esigenze del singolo e dell’ambiente. Tra i principali vantaggi, si registra una riduzione di circa il 15-20% dei tempi di percorrenza con, di conseguenza, anche una riduzione del 10% delle emissioni di CO2 e un calo degli incidenti. 

Carreggiate a energia solare

I pannelli in vetro temperato utilizzati per pavimentare le strade vengono integrati con celle fotovoltaiche e hanno così la capacità di sciogliere la neve nei periodi più freddi, contribuendo anche all’alimentazione del fabbisogno elettrico. Il vetro è, inoltre, progettato per non mettere in pericolo la vita dei guidatori, consentendo loro di fermarsi in sicurezza anche a elevate velocità. 

Luci interattive

Grazie all’installazione di alcuni sensori di movimento, questa tipologia di luci si attiva al passaggio di un veicolo nelle zone poco trafficate, riducendo in seguito la luminosità per risparmiare energia. In questo modo, la strada è illuminata per garantire la sicurezza del veicolo che transita, ma l’energia non viene sprecata se non ci sono auto di passaggio. 

Corsia prioritaria per la ricarica dei veicoli

La ricarica dei veicoli avviene tramite campi magnetici che si generano grazie alla presenza di cavi interni. La bobina del ricevitore del veicolo capta da una bobina trasmittente incorporata nella strada le oscillazioni magnetiche e le converte in corrente alternata, consentendo così alle auto di ricaricarsi mentre sono in movimento.

Dati sul traffico

La presenza di sensori lungo le strade consente di monitorare il flusso del traffico, comunicando le informazioni a conducenti e autorità competenti in caso di incidenti. La gestione dei semafori può avvenire tramite tecnologie a flusso rapido che, al posto di pre-programmare le tempistiche dei semafori in base agli orari di punta, possono gestirli in tempo reale, aiutando ad ottimizzare i tempi, riducendo così l’inquinamento.

Leggi anche

Tecnologia Social e minori: cosa dice la normativa