Ultim'ora
Tecnologia
Tecnologia Iidea tira le somme sull'evento business italiano dedicato ai videogiochi, First Playable

Iidea tira le somme sull'evento business italiano dedicato ai videogiochi, First Playable

(Tecnologia) - La sesta edizione di First Playable, l'evento business per il settore dei videogiochi organizzato da IIDEA e Toscana Film Commission – Fondazione Sistema Toscana, si è conclusa con grande successo. La manifestazione, sostenuta dall'Agenzia ICE, dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e patrocinata dal Ministero della Cultura, ha consolidato la sua posizione nel panorama internazionale degli appuntamenti dedicati ai professionisti del settore. L'edizione di quest'anno, svoltasi dal 3 al 5 luglio a Firenze presso il Cinema La Compagnia, la Casa del Cinema della Regione Toscana, e l'Innovation Hub di Nana Bianca, ha offerto un programma di panel, incontri di business, workshop, premiazioni e momenti di networking.

L'evento ha visto la partecipazione di oltre 500 professionisti, inclusi 50 aziende tra publisher, investitori e agenzie internazionali provenienti da 12 paesi (Australia, Canada, Cipro, Corea del Sud, Francia, Germania, Gran Bretagna, Paesi Bassi, Polonia, Spagna, Svezia e USA) e oltre 180 team di sviluppatori italiani. Attraverso la piattaforma Meet To Match sono stati organizzati più di 1.000 incontri di business. Durante la kick-off conference, 11 relatori internazionali hanno condiviso le loro esperienze e, grazie al supporto degli sponsor, sono stati realizzati 9 workshop su temi di business e tecnici. La cerimonia di premiazione degli Italian Video Game Awards, trasmessa in esclusiva su Twitch, ha attirato oltre 15.000 spettatori in diretta streaming e dal vivo.

Thalita Malagò, Direttore Generale di IIDEA, ha espresso soddisfazione per il successo dell'edizione 2024, sottolineando il ruolo fondamentale dell'evento come punto di incontro per la comunità italiana degli sviluppatori di videogiochi e come vetrina internazionale per l'industria videoludica italiana. "Il settore è in una fase molto interessante di sviluppo, e si sta espandendo in diverse direzioni", ha detto Malagò a AdnKronos Tech&Games. "Non abbiamo più soltanto alcuni grandi studi da un lato e team più giovani in fase di start-up dall'altro, ma finalmente in Italia esiste anche un gruppo di aziende di media dimensione che operano in questo mercato da molti anni, e che stanno diventando realtà consolidate. La presenza di questa fascia media di imprese è un elemento da considerare con grande attenzione e possibilità, cercando di trovare modi per aiutarle a crescere, sostenersi e progredire. Finora la nostra attenzione è stata principalmente rivolta a chi doveva iniziare a fare business in questo settore, ma è importante dedicare uno sguardo attento anche a chi ha dimostrato di poter resistere in questo mercato".

Quest'anno, per la prima volta, First Playable ha instaurato una country partnership con la Francia, grazie alla collaborazione dell’Institut Français Italia, del Syndicat National du Jeu Vidéo (SNJV) e del Centre National du Cinéma et de l’Image Animée (CNC). Malagò ha commentato: "Avere un campo di partner per l'evento rappresenta per noi un modo per coltivare un valore fondamentale della nostra industria: la condivisione di informazioni e lo scambio di esperienze. Questo è un settore internazionale e globale, in cui tutti operiamo nello stesso mercato e affrontiamo problemi e opportunità simili. È quindi molto importante confrontarsi". La Francia ci ha portato rappresentanti delle istituzioni e sviluppatori, confermando ciò che già sapevamo: è un paese con un livello di sviluppo molto avanzato rispetto al nostro. In Francia ci sono circa 600 studi di sviluppo, mentre in Italia ne abbiamo tra i 150 e i 200. Il livello di sviluppo dell'industria e il supporto delle istituzioni pubbliche in Francia sono molto più evoluti perché hanno iniziato prima".

Stefania Ippoliti, Direttrice della Toscana Film Commission, ha commentato con entusiasmo la continua partnership con IIDEA e l'attenzione costante al mondo dei videogiochi italiani, evidenziando la crescita esponenziale e la qualità dei progetti come segnali positivi per il futuro. Matteo Masini, Dirigente dell’Ufficio Beni di Consumo dell’Agenzia ICE, ha confermato l'impegno dell'agenzia a supportare la crescita e l'internazionalizzazione delle aziende italiane del settore videoludico. Ha inoltre sottolineato come la collaborazione con First Playable abbia permesso la partecipazione di una delegazione di operatori internazionali di alto profilo, selezionati attraverso la rete estera dell'Agenzia. L'edizione di quest'anno è stata resa possibile grazie al supporto di numerosi partner: Meet to Match come Matchmaking partner, Epic Games/Unreal Engine come Diamond Partner, Memorable Games e Vigamus Group come Gold Partner, e vari Silver Partner tra cui Audio Network, Broken Arms Games, GPEM, LCA Studio Legale, Milestone, Nacon Studio Milan, Red Bull con il progetto Red Bull Indie Forge, Slitherine e Xsolla.

News settimanali

Leggi anche