Ultim'ora
Tecnologia
Tecnologia Come la tecnologia può aumentare la sicurezza a lavoro

Come la tecnologia può aumentare la sicurezza a lavoro

In occasione della giornata internazionale della Sicurezza sul lavoro (28 aprile), analizziamo come le aziende, grazie alla tecnologia, possono ridurre il rischio di incidenti sul lavoro e migliorare la produttività complessiva.

Il 28 aprile ricorre la giornata internazionale della Sicurezza sul lavoro, un’occasione utile per riflettere sul fenomeno degli incidenti e fare il punto sugli ultimi dati disponibili nel nostro Paese.

Le denunce di infortunio presentate all'INAIL sono state, nel corso del 2023, più di 585mila (-16,1% rispetto al 2022), con oltre mille morti. Seppur in calo rispetto agli anni precedenti, gli infortuni (purtroppo anche quelli mortali) sono ancora numerosi, soprattutto in alcuni specifici settori ad alto rischio, edilizia in primis. Anche in questo ambito, la tecnologia svolge già oggi un compito importante nel contribuire a migliorare la sicurezza sul lavoro, un ruolo che sicuramente si amplierà in futuro.

La app per una corretta valutazione del rischio

L’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (Eu-Osha) ha ideato e messo a disposizione gratuitamente per gli Stati membri il software OiRA (Online interactive Risk Assesment) per aiutare le piccole e medie imprese nel processo di valutazione dei rischi e nell’individuazione delle misure di prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali. Lo strumento è stato sviluppato sulla base degli insight e delle raccomandazioni dei rappresentanti di amministrazioni pubbliche, delle parti sociali e degli esperti di enti pubblici di ricerca come l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e l’INAIL.

Sicurezza nei cantieri

L’edilizia rimane uno dei settori in cui si verificano più infortuni e incidenti sul lavoro. Esistono oggi numerose app che permettono di monitorare le condizioni di lavoro, come ad esempio “Sicurezza cantieri” e “Certus post”, ideate per coadiuvare la verifica e realizzazione di tutti gli adempimenti relativi alla sicurezza nei cantieri temporanei e mobili nel pieno rispetto dei requisiti normativi.

Le regole per la sicurezza a portata di smartphone

Un altro aspetto importante da considerare è la fruibilità delle informazioni relative alle norme e ai requisiti di sicurezza che i datori di lavoro mettono a disposizione dei propri dipendenti. L’app AudioSafety, sviluppata dall’Università Sapienza di Roma, contiene informazioni, istruzioni e procedure di lavoro in sicurezza e antincendio che si possono leggere o ascoltare in qualsiasi momento. Le informazioni e istruzioni sono suddivise per attività, attrezzature, sostanze chimiche, interventi di primo soccorso e comportamenti per fronteggiare le emergenze (incendi, esplosioni, alluvioni, terremoti, rapine, eccetera). I contenuti sono corredati da illustrazioni tecniche esplicative e video tutorial e sono sempre a disposizione, sostituendo i manuali cartacei, direttamente su smartphone e computer.

Raggiungere il luogo di lavoro in sicurezza

Un incidente stradale, se posto in stretta conseguenza all’attività lavorativa (ad esempio se avviene nel percorso più breve tra casa-lavoro o quando si viaggia per motivi professionali) è considerabile un infortunio sul lavoro. Le abitudini di guida rappresentano un fattore cruciale per la sicurezza di tutti, sul lavoro e non solo. Smanapp è una applicazione pensata per rendere le abitudini di guida più responsabili e sostenibili, monitorando i comportamenti viaggio dopo viaggio e riducendo il rischio di incidenti favorendo il controllo e la diminuzione della velocità media degli utenti.

Leggi anche

Tecnologia Pixel Tablet, il dock lo rende unico