Ultim'ora
Tecnologia
Tecnologia ChatGPT: cos’è e come funziona

ChatGPT: cos’è e come funziona

Scopriamo cos’è uno degli strumenti più chiacchierati, come si utilizza e quali vantaggi potrebbe apportare alla vita di tutti i giorni.

Una delle ultime innovazioni nel campo dell’Intelligenza Artificiale continua ad essere sulla bocca di tutti e – probabilmente - lo sarà ancora per parecchio tempo. Stiamo parlando della dibattutissima ChatGPT e della sua potenziale capacità di impattare sulla nostra quotidianità in maniera molto diretta. ChatGPT sta rivoluzionando il nostro modo di studiare, lavorare e vivere? Sicuramente, perché in grado di fornirci risposte più complete e concrete di qualsiasi altro strumento, a partire dai ‘tradizionali’ motori di ricerca. Ma prima di scoprire come si usa e quali sono le sue funzionalità, capiamo di che cosa si tratta.

ChatGPT: di cosa si tratta e come funziona?

ChatGPT – acronimo di Chat Generative Pre-Trained Transformer – è un prototipo di chatbot creato dal laboratorio di ricerca sull’Intelligenza Artificiale OpenAI e rilasciato a novembre 2022. Si tratta di un modello linguistico ampio (Large language model) basato, quindi, su sistemi di machine learning che sfruttano processi di apprendimento automatico per generare diversi risultati nell’ambito dell’elaborazione naturale del linguaggio

Quindi, grazie a modelli basati sull’intelligenza artificiale, ChatGPT è in grado di simulare conversazioni scritte con gli utenti: l’innovazione risiede nella sua capacità di fornire informazioni e rispondere a domande attraverso un’interfaccia conversazionale, mettendo così queste nuove tecnologie a beneficio e alla portata di tutti. Ciò che sorprende è la sua capacità di comportarsi esattamente come un “umano”: la società OpenAI ha infatti affermato che “il formato di dialogo consente a ChatGPT di rispondere a domande di follow-up, ammettere i propri errori, contestare premesse errate e rifiutare richieste inappropriate”.

L’utilizzo dell’ultima frontiera dell’Intelligenza Artificiale è relativamente facile e intuitivo. Una volta collegatisi al sito chat.openai.com, ci si può iscrivere gratuitamente creando un account tramite la propria mail, confermandolo poi con l’inserimento di un codice ricevuto tramite SMS. Una volta entrati nella piattaforma di Intelligenza Artificiale, il sistema presenterà alcuni esempi nella home page da cui poter prendere spunto e iniziare il proprio percorso. Per avviare una nuova chat, basterà selezionare il pulsante “Nuova Chat” in alto a sinistra o digitare direttamente nella barra in basso.

Una volta effettuato il login – e ricordandosi che è sempre meglio non inserire dati personali – si può iniziare a navigare nella piattaforma e scoprirne tutte le funzionalità: dalla risposta alle domande come se fosse un motore di ricerca alla scrittura di poesie, passando per la creazione di un curriculum fino all’analisi di un codice di programmazione, ChatGPT si pone come risposta ideale a una serie infinita di problemi.

Quale contributo per la nostra quotidianità?

Quindi, in definitiva, in che modo ChatGPT può tornarci utile nella nostra quotidianità? Le risposte sono tantissime e non è facile citarle tutte, ma ecco alcuni utili spunti da cui poter farsi ispirare:

  • brainstorming e generazione di idee, che si tratti un tema a scuola, una festa, un’idea creativa o un menù per una cena;
  • riassunti di brani, libri, report, pagine web o studi;
  • traduzione di testi in 95 lingue diverse;
  • scrittura di poesie e canzoni;
  • assistenza nell’organizzazione dei propri viaggi, dalla ricerca dei voli fino alle esperienze da fare una volta arrivati, tenendo in considerazione anche un budget specifico;
  • determinare sentiment e tone of voice di un testo attraverso l’analisi di parole, frasi e segni di punteggiatura;
  • formazione per la preparazione di un colloquio o supporto nella ricerca di posizioni lavorative disponibili.

Leggi anche

Tecnologia HP Deskjet 4222e - La recensione
Tecnologia eFootball Stagione 7, tutte le novità