Ultim'ora
Lifestyle
Lifestyle L'importanza dei genitori per la crescita dei figli

L'importanza dei genitori per la crescita dei figli

La Giornata Mondiale dei Genitori (1 giugno) è l'occasione perfetta per riflettere sull'importanza dei genitori per la crescita dei propri figli e celebrarli nel loro costante "lavoro" quotidiano. 

Il 1° giugno si celebra la Giornata Mondiale dei Genitori. Istituita dalle Nazioni Unite nel 2012, la giornata rappresenta un momento per riflettere sul ruolo della coppia nella crescita dei figli, non solo fisica, ma anche personale ed emotiva, andando a definire il carattere e le attitudini comportamentali di coloro che guideranno la società del futuro.

Il ruolo dei genitori

Spesso si sente dire che quello di genitori rappresenta un vero e proprio lavoro: quello di essere madre e padre è un ruolo che richiede attenzione, impegno, disponibilità e molto altro. Spesso alcuni genitori, soprattutto alle prime armi o alla vigilia della nascita del loro futuro bambino, provano paura, timore, vivono nell’incertezza di non essere all’altezza del ruolo che andranno a ricoprire.

Ma, come avviene proprio nel mondo del lavoro, quando si fa qualcosa con passione e amore, il peso delle responsabilità viene meno, e il ruolo di un genitore può diventare fonte di gioia, emozioni, soddisfazione, orgoglio.

Nessuno “nasce” mamma e papà, ma lo diventa, anche grazie all’esempio dei propri genitori quando si è stati più piccoli. Essere genitori significa assumersi delle precise responsabilità, ma rappresenta anche un meraviglioso viaggio durante la crescita dei propri figli, con un continuo scambio di esperienze e di emozioni da una e dall’altra parte.

Come trascorrere il tempo con i propri figli

Cementare il rapporto genitori-figli favorisce l’educazione di quest’ultimi: basare questa relazione sulle attività svolte insieme, sull’empatia e la collaborazione, aiuta i ragazzi ad avere maggior fiducia nei confronti del padre e della madre, i quali saranno più credibili agli occhi dei propri figli e vedranno il loro ruolo di educatori facilitato.

Per un buon rapporto genitori-figli fin dalla tenera età occorre che mamma e papà siano autorevoli ma non autoritari, che rimangano accanto dando amore senza reprimere, offrendo ai propri bambini in ogni momento un esempio o modello positivo.

Vediamo alcuni esempi e consigli pratici rivolti ai genitori per trascorrere nel migliore dei modi il tempo con i propri figli, e al tempo stesso educarli.

Ritagliarsi momenti di comunicazione

Rispetto al passato, i genitori moderni sono senza dubbio più elastici ed empatici, ma le dinamiche e i problemi di interazione tra due mondi così lontani possono restare complicati. Alcune madri e padri vivono ancora oggi il loro ruolo con la costante tensione di commettere uno sbaglio, continuamente in bilico tra l’essere troppo severi o troppo permissivi, tra il viziare o non dare abbastanza attenzione.

La strategia migliore per ridurre lo stress di un educatore è la comunicazione, la quale non può e non deve essere a senso unico ma deve essere fatta di reale ascolto e comprensione. Ecco perché è importante, nel corso della giornata, ritagliarsi dei momenti per parlare con i propri figli, entrando nel loro mondo in modo leggero, senza invadere i loro spazi.

Fare attività fisica insieme

Gli spazi all'aperto offrono la possibilità di sperimentare tutti i sensi e di cimentare il rapporto genitori-figli. A contatto con la natura i bambini sviluppano interesse, curiosità e sicurezza interiore. Proporre ai propri figli di svolgere insieme attività sportive capaci di interessarli e coinvolgerli aiuta a instaurare un rapporto di complicità con loro, oltre ai benefici dovuti al movimento dovuto al gioco all’aperto e all’evitare la sedentarietà dello stare fermi in casa.

Cucinare insieme

È possibile consolidare il rapporto genitori figli attraverso una serie di attività che si possono svolgere in cucina o a tavola: è possibile far partecipare i propri figli alla preparazione del pranzo o della cena, lasciarli annusare gli ingredienti o guardare quando prepariamo le pietanze, farli partecipare attivamente alla realizzazione, coinvolgerli nell’apparecchiare la tavola, senza mai dimenticare di complimentarsi con loro per il lavoro svolto insieme.

Cucinare con i bambini può avere un esito positivo sull’autostima, sulla crescita dei rapporti familiari e sull’unione dei vari membri, oltre che un grande impatto sulla cultura alimentare dei bambini. Numerosi sono i benefici da un punto di vista nutrizionale, ma anche psicologico ed evolutivo. 

Il ruolo dei genitori per l’educazione digitale dei figli

Tra i compiti e le responsabilità dei genitori, oggi rientra anche la capacità di accompagnare i figli alla scoperta del mondo digitale, sensibilizzandoli verso comportamenti sani e sicuri.

Per aiutare i genitori nel promuovere per i propri figli un rapporto sano con la tecnologia, favorendo un percorso di autoregolazione e consapevolezza, WINDTRE ha lanciato il corso educativo per genitori “Famiglie digitali oggi: navigare insieme in sicurezza” che rientra all’interno del percorso di digital e media Education NeoConnessi.

Il corso è realizzato sulla base delle più recenti e aggiornate metodologie di Digital e Media Education e seguendo le indicazioni dei massimi esperti internazionali sul tema, da Sonia Livingstone a Serge Tisseron, nonché di autorevoli voci italiane come il pedagogista Cosimo di Bari e lo psicologo Alberto Rossetti.

Attraverso le 10 lezioni del corso, i genitori sono guidati ad impostare regole chiare e buone prassi per consentire anche ai più giovani di casa di esplorare tutte le opportunità di Internet e dei device senza rischi.

Leggi anche