Ultim'ora
Tendenze
Tendenze Le 5 app per la raccolta differenziata

Le 5 app per la raccolta differenziata

Il 18 marzo si celebra in tutto il mondo il Global Recycling Day, la Giornata Mondiale del Riciclo, un’importante iniziativa istituita nel 2018 per riconoscere e celebrare l’importanza del riciclo nel preservare le risorse primarie e garantire il futuro del pianeta.

Basti pensare che, ogni anno, i materiali riciclabili evitano l’emissione di oltre 700 milioni di tonnellate di CO2 e si stima che questo numero possa arrivare ad 1 miliardo entro il 2023 (fonte: Global Recycling Day).

Le app per il riciclo: un semplice strumento per una raccolta differenziata efficace

Quando si parla di raccolta differenziata, il contributo di ciascun individuo è fondamentale, ma a volte sapere come riciclare correttamente un prodotto può essere più difficile del previsto.

La tecnologia, però, può venire in soccorso: nel tempo sono state sviluppate numerose app, adatte a grandi e piccini, che hanno l’obiettivo di facilitare e rendere più preciso ed efficace il processo della raccolta differenziata, riducendo sempre più la quota di rifiuti indifferenziati.  Scopriamo insieme 5 di queste utili applicazioni.

1. Junker

Junker è un’app che consente di scannerizzare i codici a barre di quasi due milioni di prodotti, ottenendo per ciascuno indicazioni precise sul corretto smaltimento di ogni componente. L’app è un utile alleato che aiuta i cittadini ad eseguire correttamente la raccolta differenziata riducendo gli errori e ottimizzando il processo di gestione dei rifiuti, sostenendo attivamente la sostenibilità ambientale.

2. Il Rifiutologo

Il Rifiutologo è un’applicazione scaricabile facilmente sul proprio smartphone che funziona in maniera simile a Junker. Anche in questo caso, infatti, è possibile scansionare il codice a barre presente sulla confezione del prodotto per ottenere informazioni sul contenitore della raccolta differenziata in cui gettarlo. Dal design semplice ed intuitivo, è uno strumento pratico che garantisce una corretta e rapida esecuzione della raccolta differenziata

3. Riciclario

Riciclario è un’app pensata per assistere i cittadini e le utenze non domestiche nell’accurata gestione dei rifiuti, fornendo non solo istruzioni per una raccolta differenziata corretta, ma anche informazioni utili a ridurre complessivamente la produzione dei rifiuti, facilitando al tempo stesso l’accesso alle notizie sulla TARI, l’imposta comunale sui rifiuti. L’applicazione fornisce inoltre un indispensabile supporto sia ai Comuni che ai gestori dei servizi di raccolta, aumentando l’efficacia dei servizi, permettendo di migliorare la qualità dei rifiuti raccolti in modo differenziato e facilitando i feedback per il miglioramento dei servizi erogati.

4. Grow Recycling

Completamente diversa rispetto alle applicazioni citate precedentemente, Grow Recycling è pensata per aiutare docenti e genitori a insegnare ai più piccoli come fare la raccolta differenziata nel modo corretto e avere più cura del pianeta. Adottata in molte scuole europee e statunitensi, l’app, attraverso il gioco, veicola  importanti messaggi pedagogici: infatti, consente di interagire con nove personaggi che rappresentano i bidoni dei rifiuti, sei diverse macchine per il riciclo e oltre 100 tipologie di immondizia.

5. PULIamo

Progettata da A2A, PULIamo aiuta i residenti nei Comuni aderenti al servizio, principalmente localizzati nel Nord Italia, a ottenere informazioni utili sullo smaltimento dei rifiuti, ad esempio come e dove gettarli e in quali giorni. Da circa tre anni, oltre alla funzionalità “dove lo butto”, che consente di scoprire come conferire correttamente le diverse tipologie di rifiuto, l’app ha integrato al suo interno una funzionalità che consente di scannerizzare il codice a barre sulla confezione del prodotto per capire come smaltirlo adeguatamente. 

Leggi anche

Tendenze Le 5 app per la raccolta differenziata